Example404

Example404

UN PROGETTO DA GITHUB SCARICA

Posted on Author Gut Posted in Antivirus


    importazione: serve a creare un nuovo progetto a partire da una directory sul nostro file system che sarà “appunto” importata nell'ambiente Git. In tutti questi casi, sarebbe utile poter scaricare in fretta i singoli file che compongono un progetto, senza doverli estrarre da un dump dell'intero. Git è un software di controllo versione distribuito utilizzabile da interfaccia a riga di comando, creato da Inizializziamo un progetto esistente su un server git. Esistono principalmente due modi: il primo è iniziare un progetto Git da una Git ci permette di scaricare un repository esistente da un server e cominciare.

    Nome: un progetto da github
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file: 71.51 MB

    Dobbiamo quindi creare un nostro ramo per lavorare. Editiamo il file Apriamo il file che vogliamo modificare ed appprtiamo i cambiamenti che più ci piacciono. Committiamo il file Diciamo a git di tracciare il cambiamento che abbiamo appena fatto, creando un nuovo commit. Inviamo le modifiche a GitHub Adesso che le modifiche sono correttamente salvate nel nostro computer personale, possiamo creare una copia del nostro nuovo ramo di sviluppo su GitHub.

    Nota che si tratta di un comando abbastanza complicato da ricordare a memoria.

    On the start window, choose Clone or check out code. Immettere o digitare il percorso del repository e quindi scegliere Clona.

    3. Creare o clonare un repository

    Enter or type the repository location, and then choose Clone. Visual Studio apre il progetto dal repository. Visual Studio opens the project from the repo.

    In the Hosted Service Providers section, choose Connect Nell'elenco a discesa Gestione connessioni scegliere Connetti a un progetto. In the Manage Connections drop-down list, choose Connect to a Project Nella finestra di dialogo Connetti a un progetto scegliere il repository a cui connettersi e quindi scegliere Clona.

    In the Connect to a Project dialog box, choose the repo that you want to connect to, and then choose Clone. What you see in the list box depends on the Azure DevOps repositories that you have access to. Un file di soluzione con estensione sln verrà visualizzato nel menu a comparsa "Soluzioni e cartelle".

    Iniziare con Git e GitHub: la Pull Request

    A solution file specifically, a. Se nel repository non è disponibile un file di soluzione, il menu a comparsa indicherà che "Non sono state trovate soluzioni".

    If you do not have a solution file in your repo, the fly-out menu will say "No Solutions Found". Tuttavia, è possibile fare doppio clic su qualsiasi file nel menu della cartella per aprirlo nell'editor di codice di Visual Studio. Nella sezione Sfoglia un repository scegliere Azure DevOps. In the Browse a repository section, choose Azure DevOps. Se viene visualizzata una finestra di accesso, accedere al proprio account. If you see a sign-in window, sign in to your account.

    Visual Studio apre Team Explorer e viene visualizzata una notifica quando il clone è stato completato. Visual Studio opens Team Explorer and a notification appears when the clone is complete.

    Per visualizzare le cartelle e i file, scegliere il collegamento Mostra visualizzazione cartelle.

    Menu di navigazione

    To view your folders and files, choose the Show Folder View link. Visual Studio apre Esplora soluzioni. Visual Studio opens Solution Explorer. Scegliere il collegamento Soluzioni e cartelle per cercare un file di soluzione con estensione sln da aprire. Choose the Solutions and Folders link to search for a solution file specifically, a.

    Sono in effetti due strumenti per il controllo delle versioni che si adattano molto bene ai modelli di sviluppo di concezione moderna. Permettono in particolare di lavorare in maniera distribuita e di eseguire liberamente modifiche anche molto mirate al codice di partenza senza essere bloccati da meccanismi troppo rigidi, al contempo riducendo il rischio di rovinare la vita dei colleghi intervenendo sul loro lavoro.

    Questo significa che il singolo sviluppatore lavora su un suo repository locale e si interfaccia ma non necessariamente con un repository centrale che fa da snodo per la collaborazione.

    I VCS, poi, solitamente tengono traccia delle modifiche a un progetto esaminando le modifiche apportate ai suoi singoli file. Git ragiona diversamente e considera sempre un repository come una sorta di piccolo filesystem autonomo di cui realizzare veri e propri snapshot.

    Una modifica a un file è quindi vista come una modifica a tutto un repository e basta a generare uno snapshot completo, anche se per ovvie ragioni Git non replica i file che non sono stati modificati ma inserisce un puntatore alla versione precedente.

    Online non mancano le guide, da quelle più semplici a quelle davvero approfondite , e capire le basi della piattaforma è meno arduo di quanto sembri. Convivere con i client Ci sono molti modi per usare Git. Specie se decidiamo — e di solito accade — di usare GitHub, che in sintesi è un repository pubblico e privato basato su interfaccia web.

    Ce ne sono gratuiti e a pagamento.

    Clonare liberamente da GitHub GitHub è pieno di progetti che possono essere interessanti ed è molto utile clonarli. Il cloning di un progetto è in sintesi la copia di tutto il suo repository repo, in breve sul nostro client. La clonazione ci permette di esaminare in dettaglio e comodamente il codice e la documentazione, per imparare qualcosa in più nello sviluppo o più genericamente per vedere come è stato affrontato un certo problema.

    Di modifiche al progetto originario ne parliamo più avanti. Le regole del commit Abbiamo creato da zero o clonato un nostro repository locale e iniziamo a lavorare. Git è un ambiente distribuito, questo vuol dire che le modifiche avvengono in locale e i cambiamenti hanno effetto solo qui.

    Qualsiasi modifica che testiamo non esiste in senso lato per Git finché non ne eseguiamo il commit. Che ha valore — va ribadito — solo per il repository locale. Due corollari da questo ragionamento: meglio eseguire commit frequenti e meglio commentarli bene. I commit frequenti servono a mantenere uno storico preciso e granulare del nostro sviluppo, i commit commentati bene sono più facili da comprendere per tutti quelli che vedranno il nostro lavoro.

    E no, commentare il codice in sé non è la stessa cosa. Tra push e pull Idealmente, Git fa da supporto a uno o più progetti in cui un team di sviluppatori distribuito porta avanti le sue attività di sviluppo.


    Nuovi articoli: