Example404

Example404

SCARICARE DISCOGRAFIA BASSI MAESTRO


    Il rapper milanese Bassi Maestro ha creato un sito dal quale è possibile scaricare i suoi album, i mixtape e tutto ciò che è stato da lui creato in. Tutti gli album di Bassi Maestro e i brani singoli. Bassi Maestro - Discografia - Album - Compilation - Canzoni e brani. Bassi Maestro - Discografia - Album. Davide Bassi meglio conosciuto con lo pseudonimo di Bassi Maestro o Cock Dini o Busdeez o anche James Dini (Milano, 3 agosto ) è un rapper, disc. Stream Attila - You Neva Know Me - (The Album ) @mightycez, a playlist by Mighty Cez from desktop or your mobile device. Getoar Emrullahu.

    Nome: discografia bassi maestro
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file: 56.15 Megabytes

    Recensione scritta da Mc Sampyr per DeBaser. La vedono solo gli utenti non registrati. Ogni artista che si rispetti ha delle opere di riflessione, nel quale lascia stare tutto per darsi all'intimismo e cercare risposte dentro se stesso, la propria arte e il proprio palcoscenico.

    È il caso di Bassi Maestro, veterano e king dell'hip hop milanese, rapper iperproduttivo che esce con la media di un cd all'anno. Di dischi ne ha fatti molti, a mia detta i migliori sono stati: Contro Gli Estimatori, Background, Classe '73 e questo capolavoro: Hate.

    Il successivo lavoro, Classe 73, esce nel e prosegue sullo stesso tenore dell'ottimo antecedente. Tuttavia, Bassi non riesce ad attingere pienamente alle vette di BackGround.

    Seven è un album meno teso, a tratti disimpegnato, ma sorretto da un'attitudine street sobria e convincente al tempo stesso. Metricamente molto valido, esso rappresenta una parentesi quasi totalmente votata alla sperimentazione di uno stile italiano che guardi con un certo interesse al gangsta East Coast, tentativo bene esemplificato da Rezpekt, cover di Lean Back della Terror Squad di Fat Joe.

    In questa direzione vanno letti anche i featuring contenuti nell'album, di Mondo Marcio e Jack the Smoker, lo stile dei quali ammicca alle atmosfere cupe e rancorose della G-Unit. L'ultimo testimone è l'ottava fatica di Bassi. Molti hanno individuato in quest'album una deviazione verso i territori più lucrosi della musica pop, nel tentativo magari di ritagliarsi una fetta anche piccola della torta del music-biz.

    Altri pensano che esso testimoni di un'inesausta volontà di sperimentare e di rimettersi in gioco. Il è un anno in cui Bassi fatica molto, in quanto produce un album, L'ultimo testimone, uno street album, Seven: The Street Prequel e la terza produzione della sua crew, la Sano Business, Esuberanza. Nel novembre del esce l'ennesimo lavoro solista del Bax, Hate.

    La nona tessera del mosaico artistico di Bassi è per molti versi un ritorno alle origini, segnato dalla riscoperta delle radici americane del genere, da sonorità più scarne e old school e dal ricordo dei propri esordi di artista.

    Quella che dall'album si ricava è l'immagine di un Bassi completamente immerso nella sua musica, diviso tra le serate nei club e le attività di solista e produttore, che hanno contribuito a renderlo prima e a consolidarlo poi come uno degli esponenti di maggior rilievo nella scena. Bassi ogni tot di opere, ne concede una alla riflessione: Background ne è un esempio, ma questo Hate è lampante. Il rapper, che naviga sui 33 anni, dedica un intero cd all'hip hop italiano e non, celebrandolo dal di dentro.

    Sullo sfondo delle sue vicende intimistiche, si muovono le sorti dell'hip hop italiano, sempre più alla deriva verso uno sfruttamento commerciale e una faida tra rapper che dall'essere una scaramuccia rischia di diventare pian piano un fastidioso caso dell'hip hop nostrano.

    Tra queste situazioni si svolgono vita morte e miracoli del vecchio Bassi.

    Bassi Maestro - Discografia - Album - Compilation - Canzoni e brani

    Questa è la trama di Hate, dove non ci sono featuring e i titoli sono tutti in Inglese. L'"Odio" di Bassi è linfa per la sua respirazione lirica, è benzina per il suo fuoco musicale.

    Splendide, tra le varie, "Dedicated", dedicata, appunto, all'hip hop, dove Bassi ripercorre la cultura black in Italia e la sua nascita e carriera da rapper, nominando mostri sacri del HH nostrano e made in USA; sempre dedicata all'hip hop la splendida "B.

    È un po' come "Ho un amico", che per i commentatori di Youtube dovrebbe essere un dissing a… Mondo Marcio, se non sbaglio? Come se poi i rapper non potessero avere degli amici non rapper, quella canzone potrebbe essere dedicata al tuo vicino di casa Ma non è vero, non so più come dirlo! Anche se non abbiamo collaborato per un po' di tempo con Marcio comunque ci sentivamo sempre, ci scambiavamo i pareri sui dischi americani in uscita per dirti.

    Musica che non si tocca Al quinto metto Musica che non si tocca, l'ep che ho realizzato con Dj Shocca. Quel disco ha ampliato parecchio il bacino dei tuoi ascoltatori. Shocca secondo me è il producer italiano più importante a livello di sound, perché un beat di Shocca lo riconosci ovunque.

    Tra l'altro con quel disco abbiamo riportato un po' alla luce la figura di Maury B, storico MC dei Next Diffusion, che erano anni che ufficialmente non si esponeva al pubblico. Nel pezzo con Maury B, Il suono originale, a colpire è soprattutto la passione che ci mette nell'interpretazione della strofa.

    A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

    Si piange con "L'amore dov'è," dicevamo. È stato un pezzo molto importante per tutti: per me, per Ghemon, per Shocca e anche per i nostri ascoltatori. Ci sta.

    Sono già passati sette anni dall'uscita di quel disco? Era proprio la canzone giusta al momento giusto quella, per me e per un sacco di altre persone. Stanno tutti bene Stanno tutti bene è il disco della ripresa.

    Ormai ha cinque anni ma è stato un disco al quale è seguito un periodo di sosta. Ci ho lavorato parecchio. Lo vedo come un album molto denso, più breve delle robe che ho messo in giro, e che mi vede già proiettato in una serie di sonorità più attuali sia a livello di missaggio sia a livello di produzione. Per esempio c'era il pezzo con Guè Pequeno , già più lento e in linea con le robe che uscivano ai tempi, tipo quelle di Rick Ross, quando la trap ancora non c'era ma si andava già in quella direzione.

    Anche il pezzo con Salmo ha ormai quasi tre milioni di visualizzazioni.

    Sono orgoglioso anche del confezionamento del disco, molto minimale ed essenziale, di Mecna. Sul lettering, invece, ha messo mano Luca Barcellona, Lord Bean. A proposito di Lord Bean, mi è avvenuta un'associazione automatica: te la ricordi quella mega posse-track che avete fatto con una ventina di rapper, "Tutti quanti"?

    C'erano veramente tutti in quella canzone. Mancavano solo Neffa e Gruff. A proposito di esperimenti, in quel disco c'era anche " Pluristellato ", che hai scelto come singolo—in maniera un po' suicida. Per quanto riguarda il pezzo in sé, mi piace molto perché esalta quella componente del mio rap più libera, giocosa, in freestyle.

    Classico Al terzo posto metto Classico perché in questo album finalmente mi ritrovo. Lo ascolto e dico: ci siamo.

    Qui finalmente metto a fuoco la mia identità, sia a livello di scrittura sia a livello di suono. Se lo riascolto adesso dico, 'Guarda che barre, che produzioni, che figate. Mi sentivo ormai maturo, mi vedo arrivato proprio ad una maturità e ad un'impostazione ben definiti, e non a caso quel disco ha segnato molte delle generazioni arrivate dopo di noi.

    È stato tra l'altro il primo disco che mi sia mixato da solo nello studio che avevo appena aperto, gli altri invece li avevo mixati col fonico degli OTR. Wack rappaz!

    “Mia Maestà”, il nuovo album di Bassi Maestro | Info & Tracklist

    Wack rappaz, esatto. Col campione del Muppet Show di Jim Henson, un classico. I Muppet spaccano tuttora a riguardarli. Avevo un videogioco della Playstation 1 e mi ci divertivo molto.


    Nuovi articoli: